Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Seborga alla conquista delle Americhe: Nicolas I apre “missione” in Argentina video

Sindaco Ilariuzzi: "E' ora di finirla con queste pagliacciate". "Un commento? Spero che sia il caldo a dare alla testa"

Seborga. Non smette di far parlare di sé l’antico principato nell’entroterra di Bordighera.
Una voce nuova, ora, arriva direttamente dall’Argentina. E’ l’America del sud che Nicolas Mutte, auto-proclamatosi principe di Seborga con il nome di Nicolas I, ha intenzione di “conquistare” per aumentare l’esercito dei suoi fedelissimi.
Ora però, l’unico ad avere il titolo di governare Seborga, il sindaco Enrico Ilariuzzi, vuole metterci un freno: “Gli interventi esterni sono ben accetti se rimangono nel canale della legalità e se prima vengono concordati con l’amministrazione. Altrimenti ben accetti non lo sono più. E’ ora di finirla con queste pagliacciate”.

Questa volta, a parlare a nome del “principe” è Aníbal Gotelli che, in una video intervista su YouTube, dichiara di essere stato nominato da Mutte con la missione di “rappresentare e di fondere la cultura, le tradizioni e le aspirazioni di libertà del popolo di Seborga nella Repubblica Argentina”.
Gotelli dichiara di aver chiesto a Marcello Menegatto – il principe “spodestato da Mutte – la possibilità di collaborare: “Ma non ho mai ricevuto risposta. Invece, il nuovo governo seborghino guidato da quest’anno dal principe Nicolas ha riconosciuto la necessità di avvicinarsi al mondo di lingua spagnola”.

“Spero sia solo l’effetto del caldo”: commenta così, Ilariuzzi, le parole deliranti di Aníbal Gotelli, che definisce Nicolas I “un vero uomo di stato, con una visione da statista, che ha visto subito la necessità di aprire subito una missione in Spagna”.

Tra gli obiettivi di Mutte, che si definisce tra l’altro discendente diretto di Napoleone Bonaparte, ci sono quelli di “far conoscere il principato di Seborga in Argentina e nei paesi di lingua spagnola”, “far conoscere il potenziale economico e commerciale di Seborga che si trova nel punto più bello della penisola italiana”, “creare una missione diplomatica denominata Seborga America” con lo scopo di “lavorare in modo molto attivo per promuovere la libertà dello stato di Seborga”.

“Un nuovo tempo è cominciato e c’è molto da fare”, dichiara Nicolas I, che da chi lo accusa di essere l’autore di un colpo di stato si difende affermando, almeno una volta, un cosa corretta: “Il mio non è un colpo di stato perché non c’è nessuno stato”. E poi attacca Marcello I: “Con Menegatto, solo folklore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.