Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Santo Stefano al Mare, “il centro storico è indecente e le manifestazioni estive sono un disastro”: interpellanza dei consiglieri Garibaldi e Collina foto

Un duro attacco all'amministrazione

Santo Stefano al Mare. In vista del Consiglio Comunale in programma per stasera, alle 21 presso la Sala Polivalente, i consiglieri Maria Teresa Garibaldi e Sandro Collina hanno presentato un’interpellanza dove emergono diverse problematiche riguardanti le condizioni in cui versa il Paese e un duro attacco al calendario manifestazioni estive.

“Si continuano a ricevere da cittadini e turisti – si legge sull’interpellanza – una serie continua di lamentele su diversi temi che, a nostro e loro parere, influiscono negativamente sulla qualità della vita del paese; considerando che la giustezza di tali domande è evidente anche solo con superficiali controlli; che il centro storico è indecentemente sporco che topi e pantegane invadono il paese,la passeggiata e il camposanto luci spente in Piazza Baden Powell, cestini da cui traboccano i rifiuti rendono il centro nevralgico del turismo un triste percorso che accende la nostalgia per le passate estati…gli sbandierati mercatini degli hobbisti presenti sul calendario manifestazioni non ci sono”.

Duro attacco anche nei confronti del calendario manifestazioni messo a punto dall’amministrazione:

“Sono un DISASTRO con danze occitane spacciate per il massimo della cultura delle nostre terre marine (mentre rappresentano la terra brigasca) – manifestazioni culturali in piazza con piu relatori che spettatori che in maniera ridicola vengono spacciate come riuscite- mondiali di vela che lo yacht club ci regala passano inosservati sui giornali- la serata del Blasco che ovunque porta 3.000 spettatori non reclamizzata e intristita da soli 250 persone che ne beneficiano come si è pubblicizzato l’evento? Fortuna che ci si è affidati alla sicurezza dei Lunedì dei bimbi e a Gianni Rossi altrimenti chi si è occupato di manifestazioni sarebbe da rincorrere”.

I consiglieri si rivolvono al sindaco e all’amministrazione ponendo una serie di quesiti:

“Perchè non si provvede al lavaggio delle strade con una macchina spazzatrice come avveniva negli anni precedenti? E’ stato confermato il contratto con la ditta che provvede alla deratizzazione ? Quali azioni intende fare per ovviare alla situazione? Che fine hanno fatto i 20.000 euro destinati all’arredo? Per cosa sono stati spesi? Per finanziare uno sparuto numero di praticanti le danze occitane notoriamente frequentate per divertimento da alcuni odierni amministratori? Per i mercatini ci si è fatti impantanare da sterili discussioni da bottega. Non bastava dare continuità al passato o fare un bando di aggiudicazione con criteri di continuità, imparzialità e giustezza ? Cosa intende fare per cambiare la rotta che ci preoccupa fortemente per il futuro del paese? Quando rientra nella linea dell’amministrazione passata che l’aveva vista vicesindaco e che Lei ha rinnegato nonostante Lei sia stato eletto per quei voti (SOLO NOI 2, 160 VOTI) ? Non si rende conto che è in balia della vecchia minoranza che con soli 64 voti la tiene in ostaggio? Ci auguriamo davvero che Lei si renda conto e reagisca per il bene del paese e di tutti E IN RISPETTO DI CHI LA HA VOTATA….”.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.