Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Rifiuti Urbani, Partito Democratico-Circolo di Bordighera: “Commedia, tragedia (per i cittadini) o farsa?”

PD- Circolo di Bordighera: "Il Servizio di Igiene Urbana di Bordighera dovrebbe diventare un caso di studio di cattiva prassi da non seguire ed evitare"

Bordighera. Il Partito Democratico – Circolo di Bordighera afferma:L’Assessora dott.ssa Bulzomì ha rassicurato i cittadini di Bordighera in occasione del soporifero Consiglio Comunale dello scorso 28 giugno, circa l’ottima salute del Servizio di Igiene Urbana.

Questo nonostante l’aumento delle tariffe della TARI, nonostante i disservizi e disagi evidenti, nonostante la confusione in cui tutto il Servizio di appalto versa a partire dal 2014.

Dopo le sei proroghe, tre nel 2014, due nel 2015, una nel 2016, è giunta, ieri, la settima: mirabile segno di efficienza e capacità amministrativa.

Questa volta, tuttavia, l’Amministrazione Pallanca è stata ancor più creativa, tirando fuori dal cilindro un nuovo escamotage, anzi, vecchio: la c.d. proroga tecnica, dopo, paradossalmente, aver assunto tre Ordinanze Urgenti e Contingibili.

Ma cosa nel frattempo è effettivamente cambiato nella gestione del principale Servizio del Comune di Bordighera? E’ passata l’urgenza? Niente affatto! Tutto è come prima, anzi, tutto è rimasto a com’era nel 2013.

Il Servizio di Igiene Urbana di Bordighera dovrebbe diventare un caso di studio di cattiva prassi da non seguire ed evitare, giacché l’Amministrazione di Centro Destra ha, nel caso di specie, dimostrato, ancora una volta, che per Essa non valgono i principi della logica e del buon senso, né esiste il Tempo.

L’Amministrazione di Centro Destra, al completo sbando rispetto alle esigenze di una Città di vedersi assicurato un Servizio di Igiene Urbana efficiente, sta collezionando solo proroghe e contenziosi giudiziari, il tutto ovviamente con non pochi disagi pratici e costi a carico dei cittadini di Bordighera.

Tra contenziosi, transazioni, proroghe, è da 14 anni che il Servizio di Igiene Urbana è gestito da un unico soggetto. Unica eccezione a questa prassi di incapacità e malgoverno politico, ormai consolidati e radicati, è quella avvenuta durante la vigenza dei commissari prefettizi.

In tale occasione venne aggiudicato il servizio di raccolta differenziata con il metodo “Porta a Porta” della plastica e della carta per il periodo dal 01/02/2013 al 31/12/2013 non ci furono contenziosi.

Sarebbe il caso di riflettere più approfonditamente sulle reali capacità delle varie giunte succedutesi, tutte di Centro Destra, nel corso di quell’arco temporale, eccezion fatta per il periodo di commissariamento della Città, di essere in grado realmente di amministrare, governare e garantire i Servizi fondamentali alla nostra Città.

La Giunta Pallanca non ha un’anima, è distaccata dalla vita quotidiana e pratica dei cittadini. I membri della maggioranza sono più occupati a litigare tra loro, piuttosto che intercettare i sentimenti e bisogni dei cittadini, sui quali invece, come accaduto nel corso del Consiglio Comunale appena passato, vengono gratuitamente scaricate accuse di negligenza e di essere la causa del degrado in cui versano alcune zone della Città per il caos invece creato da scarse ed insufficienti campagne di informazioni e latitanza dell’Assessore di riferimento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.