Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Nel primo weekend d’agosto il Rovere Jazz impreziosisce il Golfo dianese foto

Voci di Corridoio, Organ Logistics e il talentuoso Fabio Giachino, per una rassegna che non mancherà di attrarre gli appassionati del genere

San Bartolomeo al Mare. Per impreziosire ulteriormente la già brillante stagione degli eventi estivi, San Bartolomeo al Mare propone da un paio di anni anche un piccolo festival jazz che ha logicamente trovato il proprio palcoscenico nel luogo più magico e allo stesso tempo rappresentativo della cittadina del Golfo Dianese, il sagrato del Santuario di N. S. della Rovere.

Al Rovere Jazz si esibiranno quest’anno, nel corso del primo weekend agostano, formazioni molto note del panorama jazzistico, assemblate con maestria dall’estro di Alex Nicoli cui, come nel caso del M&T Festival, è stata affidata la Direzione artistica della manifestazione.

Il musicista genovese, responsabile dell’Associazione Culturale La Ritmica di Torino e discepolo del compianto Gianni Branca, presenta al Rovere Jazz 2016 il quartetto vocale Voci di Corridoio, il jazz organ quartet Organ Logistics e il talentuoso Fabio Giachino, per una rassegna che non mancherà di attrarre gli appassionati del genere.

Programma Rovere Jazz

San Bartolomeo al Mare
Sagrato del Santuario di N.S. Della Rovere
Ore 21:15

Venerdì 5/8 – VOCI DI CORRIDOIO
Sabato 6/8 – ORGAN LOGISTICS
Domenica 7/8 – FABIO GIACHINO TRIO

Voci di Corridoio

Roberta Bacciolo – Voce
Elena Bacciolo – Voce
Paolo Mosele – Voce, arrangiamenti
Fulvio Albertin – Voce
Luca Rigazio – Batteria
Saverio Mele – Contrabbasso
Tiziana Cappellino – Pianoforte

Si tratta di un quartetto vocale (accompagnato da un trio di affiatati musicisti) che da anni porta avanti un progetto legato alla musica italiana, dalla fine degli anni Trenta, in particolare lo swing, attraverso l’interpretazione per quattro voci di brani indimenticabili di Natalino Otto e Alberto Rabagliati, il Quartetto Cetra, Gorni Kramer, fino a Jula de Palma e Lelio Luttazzi.

Una attività di ricerca e rivisitazione dello swing italiano che ha ricevuto nel corso degli anni molte attestazioni di stima e riconoscimento da autorevoli figure del panorama musicale italiano (tra cui lo stesso Lelio Luttazzi e Jula de Palma; indimenticabile per il gruppo la telefonata di Lucia Mannucci del Quartetto Cetra in diretta radiofonica Rai durante un loro concerto).

Voci di Corridoio ha all’attivo moltissime esibizioni in teatri, rassegne e manifestazioni in tutta Italia: tra le altre Jvc Festival, Tastar de Corda, DaDaUmpa Festival, Moncalieri Jazz Festival, Bengio Festival di Benevento. Sono stati ospiti di RaiUno nelle trasmissioni “Uno Mattina”, “Novecento” condotta da Pippo Baudo, “Estate con noi” con Paolo Limiti; un loro concerto è stato trasmesso in diretta su Radio Rai 3 nel programma “La stanza della musica”.

Ospiti della Fondazione Lelio Luttazzi allo Spazio Krizia di Milano, si sono esibiti in un concerto in ricordo del Maestro Luttazzi, serata condotta da Fabio Fazio. Di recente si sono esibiti per la stagione della Istituzione Universitaria dei Concerti nell’Aula Magna della Sapienza di Roma (una recensione del concerto è apparsa su L’Espresso) e nella stagione estiva dell’Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano presso l’Auditorium Verdi.

Si sono esibiti inoltre al Teatro Strehler di Milano, ospiti dell’Orchestra diretta dal Maestro Enrico Intra nel concerto “Il mondo musicale del Quartetto Cetra”, solista Franco Cerri alla chitarra. Nel loro cd “Edizione straordinaria” hanno suonato musicisti quali Fabrizio Bosso, Francesco Cafiso, Alberto Marsico ed altri.

Il cd monografico sul grande Lelio Luttazzi, “Speciale per Lelio”, vede la partecipazione straordinaria di Jula De Palma e dello stesso Luttazzi in una registrazione unica della sua voce nel brano “Dr Jekyll Mr Hyde” e nell’inedito strumentale dal titolo “Messaggio”.

Organ Logistics

Alberto Marsico – Hammond
Diego Borotti – Sax
Alessandro Minetto – Batteria

Gli Organ Logistics nascono nel 2004 da una idea di Alberto Marsico, organista torinese dalle mille collaborazioni discografiche e partecipazioni a festival in tutti e cinque i continenti.

La loro attività inizia con l’incisione del primo lavoro discografico, Organ Logistics, per l’etichetta discografica tedesca Organic Music. Il repertorio che man mano si sviluppa è formato prevalentemente da composizioni originali nel filone del tradizionale “jazz organ quartet”, carico di sapori blues e di contaminazioni soul e funk ma che frequentemente seguono invece percorsi di jazz più contemporaneo, con atmosfere che da muscolose si fanno più rarefatte.

Il loro secondo disco, uscito nel 2007 sempre per la Organic Music, è impreziosito dalla partecipazione del sassofonista Jesse Davis, stella di prima grandezza del firmamento jazzistico americano. Il titolo dell’opera è Take A Walk on the Moon, ed è stata presentato a Monaco di Baviera in uno show registrato dalla radio Tedesca.

Il loro terzo lavoro discografico è invece intitolato “The B Side of the Fish” un’opera racchiusa in un cofanetto CD+DVD, con la registrazione video della intera sessione di registrazione, contenuti speciali, interviste e bonus tracks video.

L’attività concertistica si svolge prevalentemente in Italia, ma sono frequenti le esibizioni in altri paesi europei e non solo: si esibiscono in Austria, Francia, Germania, Repubblica Ceca e Russia e tengono seminari in numerose scuole e conservatori europei.

Fabio Giachino Trio

Fabio Giachino – pianoforte
Davide Liberti – contrabbasso
Rubeb Bellavia – batteria

Il trentenne Fabio Giachino è considerato uno dei maggiori talenti apparsi sulla scena musicale italiana degli ultimi anni. Nato ad Alba e trasferitosi successivamente a Torino, è stato insignito di importanti riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale. Come solista si è aggiudicato il Premio Internazionale Massimo Urbani 2011″, il “Premio Nazionale Chicco Bettinardi 2011″ ed il Red Award “Revelation of the year 2011″ JazzUp channel.

In trio ha ottenuto il premio speciale come “Best Band” al “Bucharest International Competition 2014″, il premio “Fara Music Jazz Live 2012″ (sia come miglior solista che come miglior gruppo), il premio “Barga Jazz Contest 2012″ ed il “Premio Carrarese Padova Porsche Festival 2011″.

Nel 2013, 2012 e 2011 è stato votato tra i primi 10 pianisti italiani secondo il referendum “JazzIT Awards” indetto dalla redazione della rivista JazzIt. Sempre nel 2013 viene votato anche in trio tra i primi 10 gruppi italiani. L’album d’esordio “Introducing Myself” registrato in trio con la partecipazione speciale del sassofonista Rosario Giuliani è stato inserito nei “100 Greatest Jazz Album 2012″ sempre secondo la rivista JazzIt.

Parallelamente agli studi accademici classici (conclusi con il diploma in Organo e la laurea di II Livello rispettivamente nel 2006 e nel 2009) ha studiato jazz seguendo lezioni private e workshop con: A. Fara, D. Moroni, R. Zegna, D. Rea, F. D’Andrea, S. Battaglia, G. Trovesi, P. Tonolo, F. Di Castri (Siena Jazz 2007 dove vince una borsa di studio per il 2008), B. Harris (Felt Club Roma), J. Calderazzo, K. Rosenwinkel, S. Colley, J.T. Watts, S. Bonafede (Saint Louis College, Roma).

Nel marzo 2012 termina il biennio di Jazz presso il Conservatorio G. Verdi di Torino con F. Di Castri e D. Moroni. Nel 2011 vola a Detroit insieme ad Emanuele Cisi per uno scambio studentesco, tra il conservatorio di Torino (dipartimento di jazz) e la Wayne State University of Michigan, dove si e` esibito con la big band dell’università ed i relativi professori. Nel 2012 e 2009 studia privatamente a New York con Fred Hersh e Hal Crook.

Si è esibito in festival e club in Francia, Svizzera, Belgio, Inghilterra, Repubblica Ceca, Polonia, Turchia, Romania, Canada, U.S.A e tutta Italia. Dave Liebman, Furio Di Castri, Emanuele Cisi, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Maurizio Giammarco, Marco Tamburini, Dino Piana, Gegè Telesforo, Aldo Mella, Aldo Zunino, Nicola Angelucci, Enzo Zirilli, Gilad Atzmon, Javier Girotto, Miroslav Vitous, Achille Succi, Davide Pastor, Benjamin Koppel, Mark Nightingale, Juan Carlos Calderin, Dusco Goycovitch, Diego Borotti, Paolo Porta, Massimo Manzi, Luca Begonia.
In ambito Pop e R&B, ha lavorato tra gli altri con Roy Paci, Motel Connection, ENSI, Dj2P.

Informazioni per il pubblico:
Ufficio IAT San Bartolomeo al Mare
Piazza XXV Aprile, 1
Tel. +39 0183 41 70 65
turismo@sanbart.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.