Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Migranti, “ricetta Toti”: “Il Governo deve fare ciò che ha promesso”

"Accogliendo clandestini, l'Italia rischia di essere considerata una minaccia per altri Paesi europei"

“Identificare i migranti e accogliere nei centri di accoglienza chi ha diritto a restare, espellere chi non ha diritto di restare ma soprattutto controllare che non si arrivi a Ventimiglia”: sono queste le cose che il Governo dovrebbe fare per evitare nuove emergenze come quella che si è verificata sabato nella città di confine, dove una strada che conduce alla frontiera è rimasta chiusa al traffico per quasi due giorni a causa di un presidio organizzato da migranti e no borders.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti all’Ansa: “Il problema non sarà risolvibile se il governo non farà quanto promesso, ovvero impedire l’arrivo dei migranti”, ha sottolineato Toti.

Il rischio, secondo il presidente della Regione, è un’acutizzazione di certe situazioni. “Se non facciamo controlli su treni e autostrade e non evitiamo che ai confini si assembrino gruppi di migranti che vogliono passare, il problema alle frontiere ci sarà sempre”, ha concluso Toti, “Gli altri stati si proteggono: lo fa la Francia ma anche l’Austria con il muro del Brennero e finirà che l’Italia, facendo un gigantesco sforzo per accogliere i clandestini, verrà considerata una minaccia per altri Paesi europei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.