Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Migranti, Alternativa Tricolore: “La Regione Liguria ha fatto quello che era nelle sue possibilità”

L'opinione della Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore Regione Liguria sull'emergenza migranti nella città di confine

Ventimiglia. La Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore comunica: “Assistiamo ad un autentica polemica verbale tra autorevoli esponenti del centro sinistra e del centro destra liguri in merito al problema ancora irrisolto della presenza dei migranti e “presunti profughi”a Ventimiglia in merito alle responsabilità degli eventi ancora in fase di evoluzione.

A nostro parere la Regione Liguria ha fatto quello che era nelle sue possibilità:l’Assessore Viale ha prontamente inviato dei moduli sanitari per la prevenzione e la cura dei migranti quando è scoppiata l’epidemia nella zona di Roverino e il Presidente Giovanni Toti continua a lanciare appelli al pur “sordo” Ministro Alfano per il blocco del flusso dei migranti nella nostra regione.Alternativa Tricolore ritiene che tutte le responsabilità risiedono nella fallimentare politica sull’immigrazione voluta dai governi tecnici Monti-Letta e ora Renzi, governi di centro sinistra che hanno spalancato le porte a migliaia e migliaia di extracomunitari facendo della Liguria una “colonia” del Magreb e di altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Iniziamo dall’abolizione del reato di clandestinità elemento base della legge Bossi-Fini voluta dallo stesso Pd, M5S, dai partiti della sinistra radicale presenti in Parlamento e a una parte del Ncd,all’operazione “Mare Nostrum” (benedetta dalla Chiesa relativista) che grazie alla nostra Marina Militare continua a raccogliere i migranti sulle coste libiche per portarli poi nei centri di raccolta di Lampedusa e della Sicilia e di altre regioni italiane; e città liguri a guida socialcomunista sono state trasformate in succursali magrebine permettendo specialmente ai musulmani residenti e clandestini di celebrare le loro feste tipo il Ramadan, il rito della macellazione mentre nei paesi dove vige la legge del Corano i cristiani vengono perseguitati, le Chiese date alle fiamme e terrorismo in nome di Allah miete vittime innocenti, Amministrazioni Comunali che favoriscono la vendita di merce contraffatta in “mercati abusivi “o in alcuni casi a fianco degli stessi mercati tradizionali oltre che lungo le nostre spiagge,un centrosinistra che in nome del buonismo e del multiculturalismo ha promosso e continua a promuovere un’accoglienza diffusa favorendo l’extracomunitario e discriminando l’italiano bisognoso, quello che ha perso il lavoro e vive con mezzi di fortuna, i pensionati a basso e medio reddito che non riescono ad accedere neanche alle cure sanitarie, Amministrazioni che assegnano le case popolari prima agli stranieri e ai Rom e concedendo licenze a basso costo o in alcuni casi a costo 0 ai cinesi,agli asiatici e ai sud americani.

A questo punto riteniamo che tutti coloro che si riconoscono nel centro sinistra, dal semplice militante ai deputati, ai senatori, ai parlamentari europei della Liguria, si facciano un accurato esame di coscienza cercando di individuare con onestà intellettuale le proprie responsabilità senza fare demagogia,propaganda politica fine a se stessa prendendo atto della realtà dei fatti considerando, quindi, l’urgenza di una nuova legge sull’immigrazione, anche bipartisan, se si è ancora in tempo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.