Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Migranti, Alternativa Tricolore: “Condividiamo al 100% le dichiarazioni della Signora Deborah Murante”

Il commento della Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore

Ventimiglia. La segreteria Regionale di Alternativa Tricolore comunica: “Condividiamo al 100% le dichiarazioni della Signora Deborah Murante, Presidente dell’Associazione Italiana Genitori della Regione Liguria, in merito alla situazione migranti a Ventimiglia,un analisi precisa e circonstanziata di allarme sociale che da un anno attanaglia la città di confine i cui problemi sono stati irrisolti se non peggiorati.

Partiti politici,ovviamente di sinistra, associazioni “fiancheggiatrici sindacati” militanti ed esponenti della sinistra antagonista hanno lanciato accuse ingiustificate, gratuite e in alcuni casi diffamanti nei confronti delle Istituzioni regionali ree, secondo loro, di assenteismo, qualifiche di razzismo e xenofobia nei confronti di tutti coloro che si sono lamentati per la presenza dell’altissimo numero e sempre più crescente di migranti economici e “presunti profughi” nella città di confine.

Si cercano i responsabili di questa drammatica e gravissima situazione che il Ministro degli Interni Alfano non è riuscito a risolvere nonostante la chiusura del centro di accoglienza nei locali e nella piazza antistante la stazione ferroviaria,responsabilità che secondo Alternativa Tricolore ricadono nella gestione fallimentare della politica sull’immigrazione voluta dai governi tecnici di Monti-Letta e ora Renzi (con la benedizione della Chiesa relativista).

Ventimiglia ha subito in questi ultimi anni un calo nel settore turistico e commerciale in seguito alla grave crisi economica ancora presente e l'”invasione”migratoria ne ha accentuato la gravità senza soluzioni da parte del Sindaco e della sua Giunta intenti invece a cercare con ogni mezzo, specialmente economico, delle risoluzioni impopolari in tema di accoglienza.

Ora la situazione presenta una notevole gravità sia per l’ordine pubblico sia per le condizioni igienico-sanitarie e la scelta del centro nel Parco Roya non fornirà di certo garanzie né per gli ospiti né per i cittadini.

Alternativa Tricolore reputa doveroso che vi sia a Ventimiglia come in altre città liguri una rivolta sociale, logicamente non violenta,per sensibilizzare il Viminale e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi a rivedere la politica immigratoria in Liguria, le Istituzioni regionali a supportare le richieste dei cittadini, ormai solo con azioni di forza si può intravedere un possibile cambiamento sempre che a livello “romano”si abbia la volontà politica di cambiare, altrimenti saremo testimoni di una trasformazione della nostra Regione che andrà incontro a un danno irreparabile per la disgregazione del proprio tessuto sociale sostituito da da un meticciato etnico e culturale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.