Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Per i lavoratori dell’Agnesi ora si gioca al rialzo, più soldi per lasciare Imperia

Imperia. Assemblea calda oggi al pastificio Agnesi di via Schiva. Il destino dello stabilimento onegliese è da tempo segnato con lavoratori che saranno smistati in altre sedi. Pochi quelli che resteranno a Imperia dove verrà allestito il “Museo della Pasta”. Il piano per la riorganizzazione del personale scontenta i lavoratori. Il ventaglio delle cifre offerte dalla Colussi varia dai tre agli ottomila euro per accontentare le maestranze  (a seconda dell’età ndr) che decideranno di accogliere le proposte. E un nuovo vertice è previsto per il 4 agosto sempre con i vertici aziendali. Dopodiché è prevista una nuova assemblea. Ma dal 7 al 15 agosto lo stabilimento chiude per la pausa estiva.

In particolare oggi è stato fatto un resoconto di ciò che l’azienda ha sottoposto lo scorso 21 luglio.
“Vi sono delle proposte sul tavolo. L’azienda ha preteso la firma del verbale. Ma la sottoscrizione del documento non vuol dire che approviamo tutto ciò che l’azienda propone. Però almeno ora c’è una base concreta sulla quale poter ragionare. Ma ovviamente chiediamo più soldi. Le cifre proposte sono ancora basse”, hanno detto la Rsu e i lavoratori.

Le proposte della Colussi prevedono in sostanza il reimpiego di parte del personale nel Museo della pasta nello stabilimento di via Schiva; assunzione in aziende locali di produzione di sughi e pasta fresca; possibilità di essere trasferiti a Fossano o Perugia; prepensionamento per chi ne ha diritto e incentivi economici per il licenziamento di chi non aderirà a nessuna delle ipotesi. C’è poi una data fissata in calendario già in agenda: è quella del 17 dicembre. Entro quella data scatteranno le procedure di mobilità. Ma è assai probabile che i trasferimenti, per quei lavoratori che li accetteranno, scatteranno già prima della fine dell’estate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.