Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

La CCIAA Riviere di Liguria promuove la legalità nelle imprese

A Imperia giovedì e venerdì due incontri in collaborazione con Alleanza cooperative, Anbsc e Libera

Imperia. Legalità nelle imprese: questo il tema delle due giornate di studio e confronto organizzate giovedì 28 e venerdì 29 luglio a Imperia da Camera di Commercio Riviere di Liguria, Alleanza delle Cooperative, ANBSC (Associazione Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata) e dall’Associazione Libera.

Teatro dei due appuntamenti sarà la sede imperiese della Camera di commercio Riviere di Liguria che ospiterà esperti e protagonisti della legalità anche a livello nazionale.

Il primo incontro è in programma giovedì 28 luglio dalle 14,30 alle 17,30 e sarà incentrato sul tema del riutilizzo dei beni confiscati sia a livello nazionale che ligure. Nell’occasione, l’Associazione Libera presenterà il rapporto regionale dei beni confiscati alle mafie in Liguria.

Nel corso del convegno, si farà anche il punto sulle possibilità di avviare progetti di riutilizzo dei beni confiscati da parte delle imprese legate alla cooperazione sociale e al terzo settore con la partecipazione attiva degli enti pubblici interessati e sarà inoltre affrontato il tema dello sviluppo di percorsi formativi e di assistenza all’autoimprenditorialità rivolti a studenti delle scuole superiori e dell’Università.

Si proseguirà nella giornata di venerdì 29 luglio dalle 9,30 alle 14,00 con un appuntamento rivolto a tutti i soggetti pubblici e privati (Prefettura, Provincia, Direzione territoriale del Lavoro, sindaci, segretari comunali, sindacati, associazioni di categoria) che si confrontano quotidianamente con la nuova disciplina del Codice degli appalti.

Verrà valutato l’avvio di un comitato scientifico per l’applicazione del Protocollo sulla legalità volto alla valorizzazione della responsabilità sociale delle imprese cooperative nell’ambito degli appalti pubblici.

Al centro dei lavori, il “Brand di Qualità cooperativa”, ossia il marchio che le imprese possono utilizzare secondo le linee guida di un comitato scientifico che verrà creato proprio in questa occasione. Modererà l’incontro l’avvocato Luciano Gallo, membro del Gruppo tecnico del nuovo codice dei contratti dell’ANCI nazionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.