Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Il Forte di Santa Tecla si apre per la prima volta alla città con la mostra “Tessuti d’artista” fotogallery

Dal 29 luglio al 2 ottobre l'esposizione "Tessuti d'artista. Arte e design nella produzione della MITA 1926-1976. Da Palazzo Ducale a Sanremo - Santa Tecla"

Sanremo. “Tessuti d’artista. Arte e design nella produzione della MITA 1926-1976. Da Palazzo Ducale a Sanremo – Santa Tecla“: e’ questo il titolo della mostra che l’Assessorato al turismo, cultura e manifestazioni propone a cittadini e turisti nel suggestivo Forte di Santa Tecla dal 29 luglio al 2 ottobre.

Dopo l’apertura del Forte a febbraio durante la scorsa edizione del Festival della Canzone Italiana” - commenta il Sindaco Alberto Biancheri - “questo e’ il primo evento di grande qualita’. La mostra, infatti, rappresenta la seconda tappa del successo genovese che ha visto per la prima volta presentare al pubblico la produzione della prestigiosa MITA. Con quest’esposizione, il Forte di Santa Tecla, bene patrimoniale della storia di Sanremo nel Mediterraneo, riformula il suo obiettivo trasformandosi in un nuovo spazio del contemporaneo. Cosi’ possiamo sostenere con maggiore forza la tradizione artistica e culturale della nostra citta’. E siamo davvero onorati delle importanti partnership con Palazzo Ducale – Fondazione per la Cultura e Polo Museale della Liguria”.

Specializzata nella produzione di tappeti, arazzi e tessuti la MITA (Manifattura Italiana Tappeti Artistici), fondata a Genova Nervi da Mario Alberto Ponis e attiva fino alla meta’ degli anni Settanta, si e’ avvalsa della collaborazione di alcuni tra i piu’ importanti architetti del Novecento.

Tra questi: Gio Ponti (1891-1979), Gustavo Pulitzer (1887 – 1967), Mario Labò (1984 – 1961), Tomaso Buzzi (1900 – 1981), Paolo Buffa (1903 – 1970), Emilio Lancia (1890 – 1973), Gigiotti Zanini (1893 – 1963), Luigi Vietti (1903 – 1998), Fortunato Depero (1892 – 1960), Francesco Di Cocco (1900 – 1989), Arturo Martini (1989 – 1947), Mario Sironi (1985 – 1961), Oscar (1898 – 1989) e Fausto Saccorotti, Emanuele Rambaldi (1903 – 1968), Edoardo Alfieri (1913 – 1998), Aurelio Caminati (1924 – 2012), Eugenio Carmi (1920 – 2016), Flavio Costantini (1926 – 2013), Emanuele Luzzati (1921 – 2007), Leo Lionni (1910 – 1999), Gillo Dorfles (1910), Enrico Paulucci (1901 – 1999), Arnaldo Pomodoro (1926), Emilio Scanavino (1922 – 1986), Antonia Campi (1921), Ettore Sottsass jr. (1917 – 2007).

La mostra di Sanremo – curata da Matteo Fochessati e Gianni Franzone in collaborazione con Federica Flore, e come evidenzia l’architetto Rossella Scunza, direttrice del Forte di Santa Tecla: “il primo passo per l’inserimento della struttura in eventi di immensa portata” – è articolata in modo tale da ripercorrere l’intero arco di attività della MITA attraverso l’esposizione di bozzetti per foulard, stoffe campionarie, bozzetti per tappeti e tessuti, nonché l’arazzo in lana annodata di Enrico Paulucci dedicato al tema marinaresco: l’ ”Ormeggio”.

Il Comune di Sanremo contribuisce al percorso espositivo con due bozzetti per tessuto realizzati da Antonio Rubino (1980 – 1964) prestati gentilmente dalla famiglia erede, per mettere in luce, da un lato, il legame tra la città e gli artisti che l’hanno vissuta, dall’altro la cultura internazionale radicata sul territorio.

La mostra inaugura, dunque, un nuovo dialogo tra territorio, cultura e cittadinanza nonché una partnership di altissima qualità con Genova, Palazzo Ducale e il Polo Museale della Liguria, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale e sostenuta dall’Assessorato al turismo, cultura e manifestazioni. Del resto, come sottolinea l’assessore Daniela Cassini: “l’amministrazione sta lavorando sul fronte della collaborazione fra più enti interessati e quei soggetti di alta cultura che operano sul territorio”. Al riguardo la Dott.ssa Serena Bertolucci, direttrice del Polo Museale della Liguria aggiunge: “Siamo molto impegnati nel recupero del Forte di Santa Tecla che abbiamo inserito all’interno di un progetto molto importante, e speriamo che quest’iniziativa sia l’inizio di un grande percorso”.

Si ringraziano per l’organizzazione il Museo Civico di Sanremo, la Banca del Tempo, l’Istituto di istruzione superiore “E.Ruffini – D.Aicardi” di Taggia.

 

Inaugurazione: 29 luglio alle 18

Orari agosto: lunedì chiuso. Martedì – sabato 10-12/17-22. Domenica 17-22

Ingresso: libero

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.