Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Elisabetta Rasy e Simona Vinci finaliste alla cinquantottesima edizione del Premio Campiello

Un bellissimo premio Campiello al femminile sabato sera nella storica piazza della Concattedrale di San Siro, gremita di gente

Sanremo. Un bellissimo premio Campiello al femminile sabato sera nella storica piazza della Concattedrale di San Siro, gremita di gente.

Protagoniste, le straordinarie scrittrici: Elisabetta Rasy e Simona Vinci finaliste alla cinquantottesima edizione del Premio ed entrambe per la prima volta a Sanremo.

Elisabetta Rasy ha scritto per diverse testate giornalistiche tra cui ” l’ Espresso”, ” La Stampa”, e il ” Corriere della sera”. Attualmente collabora con ” Il sole 24 ore” e ha presentato il suo ultimo libro ” Le regole del fuoco” ed. Rizzoli, un romanzo vibrante, che appassiona e scuote, racconta la guerra dalla prospettiva misconosciuta delle donne al fronte.

La Rasy ritraendo un’ Intimità limpida ma circondata dalle tenebre, ci mostra come l’ amore non abbia mai avuto confini, perché i sentimenti esplodono sempre senza chiederci il permesso.

Simona Vinci, autrice di racconti e romanzi, con il suo romanzo ” La prima verità ” ed. Einaudi, fin dal titolo, da un verso di Giannis Ritsos, allude a una verità di valore assoluto oltre e attraverso le vicende del libro, che si svolgono in luoghi e tempi diversi, e delle vite dei personaggi che via via si presentano al lettore. Simona Vinci torna al romanzo dopo molti anni, e vi torna con una felicità e una libertà mai raggiunte prima.

La serata è stata introdotta da Francesca Rotta Gentile, curatrice dell’evento e dal Presidente del Comitato di gestione del Premio Campiello Valentino Vascellari che hanno ringraziato tutti i promotori dell’ evento: l’ assessore alla cultura e al turismo del Comune di Sanremo Daniela Cassini, il Direttore di Confindustria Imperia Paolo della Pietra, il Casinò di Sanremo e il Grand Hotel Londra e Hotel Royal di Sanremo.

Rotta Gentile ha letto alcuni passi inediti ” .. forse più ancora che l’ esecuzione della musica, la lettura è un rivivimento che reincarna la parola detta e la ritrasforma in verità vissuta. Voglio dire che leggere, leggere davvero, e idealmente come riscrivere un libro” un ricordo alla storia del Premio Campiello con pagine molto profonde dello scrittore Mario Pomilio vincitore nel 1965 con il romanzo memorabile ” la compromissione” e giurato storico per 11 edizioni consecutive fino al 1984.

La serata è stata condotta in modo splendido, con competenza e puntualità dal giornalista Carlo Annese, vicedirettore del mensile ” GQ”, gli intermezzi musicali sono stati curati da Vitaliano Gallo al fagotto, Maria Cristina Noris al clarinetto e le letture sono state interpretate dagli attori Franco La Sacra e Loredana de Flavis.

Si ringraziano la Libreria Garibaldi e la fotografa Barbara Rusponi per il servizio fotografico durante il cocktail all’ Hotel Royal e durante la serata in piazza San Siro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.