Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Dalle borse griffate alle biciclette dismesse, con Virginia Bellaccomo gli affari si fanno su Facebook

La trentasettenne ha dato vita a due popolarissimi gruppi dedicati all’usato

Più informazioni su

Mentone. “L’eleganza non consiste in indossare un vestito nuovo”, diceva Coco Chanel, icona di stile senza tempo. Un motto il suo diventato intramontabile e fatto proprio dalle amanti della moda di tutto il mondo. Tra cui Virginia Bellaccomo, 37 anni, originaria di Agrigento e residente nella prima cittadina oltre confine. Un’appassionata delle griffe, degli abiti, delle borse, degli accessori nati nelle maison dell’Alta Moda Internazionale, e che oggi ha dato vita al più grande gruppo Facebook italiano dedicato alla vendita, all’acquisto e allo scambio degli oggetti cult provenienti dal mondo delle sfilate e delle passerelle.

Il gruppo si chiama Non solo griffe……..Baratto & vendita”, spiega Virginia, “e a solo un mese dalla nascita conta già più di 7 mila membri – 7.614 per l’esattezza –. Il suo funzionamento è semplice: gli utenti postano la fotografia dell’oggetto usato che ad esempio intendono vendere. Ne indicano il prezzo e tramite i commenti si svolgono le trattative. Un team di ragazze, me compresa, si occupa di controllare i post e valutare gli oggetti attraverso delle chat: Io, Anna Canale, Paola Rossini, Francesca Versienti siamo le amministratrici; Valentina Rinaldi, Giusy Martina e Milena Milano svolgono un ruolo di vigilanti avendo un occhio di riguardo per i post e i feedback; poi ci sono Milena Milano, Alessia Scaratile e Francesca Corona , Francesca Casciaro, Lucia Palazzo, Katy Nails, Francesco Pucci e Maria Lanzilotto che rispondono in chat, verificano gli spam, chiedono i codici delle borse per evitare le contraffazioni, e si occupano dei pagamenti payback. Organizziamo anche delle aste dove è possibile iniziare a vendere un oggetto a partire da 1 euro. Nessuna di noi ha una percentuale sulle vendite. Quello che facciamo è semplicemente evitare che avvengano le fregature, che nascano discussioni, cercare i feedback”.

Un sistema che ispirandosi al pioniere del genere E-bay, è del tutto efficiente e sicuro al 100%. Una sorta di negozio dell’usato virtuale grazie al quale è possibile disfarsi di quanto accumulato negli armadi o in soffitta e in cui vige anche un regolamento: 1. Esporre sempre i prezzi in caso di vendita; 2. Su ogni post deve esserci scritto “Oggetto usato”; 3. Non sono ammesse nessun tipo di contraffazioni, in caso segnalarlo immediatamente alle amministratrici; 4. Le trattative si svolgono in pubblico; 5. Non sono ammesse nessun tipo di lotterie, se non gratuite; 6. Non sono autorizzati link, o pubblicità di altri gruppi; 7. Non sono ammessi post di commercianti che vendono oggetti nuovi; 8. Chiedere sempre feedback prima di ogni acquisto, in pubblico o a noi amministratrici; 9. Non sono ammessi post in cui si vendono animali; 10. Le amministratrici non devono essere tenute responsabili, nel caso di un mancato pagamento, di oggetti che non sono stati spediti, oppure rotti, etc; 11. Le spedizioni devono essere sempre effettuate dopo avvenuto pagamento.

Da quattro anni inoltre”, continua Virginia, “ho anche un secondo gruppo di 9989 membri: Camporosso-Val Nervia. Baratto/vendo/cerco e offro lavoro. Una comunità virtuale che amministro insieme a Mary Galluccio, e che permette di trovare veramente qualunque cosa facendo grandi affari, dalla bicicletta all’armadio. Ma non solo vendita e baratto. Il gruppo da anche la possibilità di cercare affitto o affittare un immobile, e offrire o chiedere lavoro. Nessun scopo di lucro, solo l’intento di aiutare le persone a trovare la buona occasione e divertirci. In particolare con il primo gruppo sono nate delle amicizie importanti e devo dire grazie a tutte le mie collaboratrici che mi sostengono e mi seguono sempre!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.