Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Conoscete i semi oleosi? Ve li racconta Samantha!

Possono essere utilizzati per impreziosire ricette e piatti estivi molto semplici per fare il pieno di proteine, vitamine e sali minerali.

Qualcuno di voi, a prima vista, potrà pensare alla frutta secca. Sbagliato! I semi oleosi hanno delle caratteristiche differenti e possono essere utilizzati per impreziosire ricette e piatti estivi molto semplici per fare il pieno di proteine, vitamine e sali minerali.

Conoscere i semi oleosi e i loro benefici

Se avete l’abitudine di soffermarvi nella zona dei legumi e della frutta secca al supermercato, avrete già notato l’aumento di confezioni piene di semi misti o singoli. I semi che si trovano più comunemente sul mercato sono quelli di girasole, di zucca, di lino, di sesamo, di papavero.

I semi di girasole sono particolarmente nutrienti e contengono vitamina B12 e acido clorogenico (un antibatterico e antinfettivo), i semi di zucca hanno proprietà vermifughe e toniche e sono amici dell’intestino, dei muscoli e della vescica.

I semi di lino sono ricchissimi di Omega-3 e molto utili per favorire la regolarità intestinale mentre i semi di sesamo stimolano il sistema nervoso e servono per rafforzare il sistema immunitario.

Chi l’avrebbe mai detto che dentro un piccolo seme potesse esserci tanto benessere?

Come utilizzare i semi in cucina

Esistono in commercio confezioni di un singolo seme e confezioni miste che sono da preferire a seconda dell’utilizzo che volete farne.

Il mix di semi è molto utile per arricchire la colazione (sopra lo yogurt con frutta fresca, per esempio) o le insalate ma possono anche essere utilizzati per preparare il pane o dei biscotti come questi:

http://www.cucinasamantha.it/biscotti-alle-fragole-con-gli-scarti-dellestrattore/

Anche singolarmente potete usarli per arricchire il pane (chi non ha mai mangiato il pane con i semi di sesamo o di papavero, per esempio?) e le insalate ma potete utilizzarli per rimedi specifici, soprattutto i semi di lino che, come ho già detto, sono utilissimi per regolarizzare l’intestino. Se volete consumarli unendoli alle insalate o allo yogurt a colazione dovete macinarli perché il guscio esterno non riesce ad essere “rotto” dai succhi gastrici. Se volete un rimedio specifico per la stitichezza mettete in un bicchiere d’acqua un cucchiaio di semi di lino la sera, prima di andare a dormire. La mattina dopo vedrete che i semi si saranno gonfiati e si sarà formata una specie di mucillaggine. Bevete il contenuto. Dopo due-tre giorni di questo trattamento il vostro intestino sarà come nuovo!

Io utilizzo i semi anche per arricchire la pasta, come potete vedere in questa ricetta estiva molto semplice impreziosita dai semi di papavero: http://www.cucinasamantha.it/ricciarelle-pomodori-e-zucchine/

Cercate altre ricette con i semi oleosi sul mio sito web e scatenate la fantasia!

Samantha Alborno, Food Blogger

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.