Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Attentato di Nizza, altri due sospetti fermati dalla polizia e salgono a sette gli indagati

Per il procuratore Molins, gli scambi tra loro e il terrorista, rimasto ucciso nell'attentato, provano che avevano anche loro un ruolo nella vicenda

Nizza. A quasi due settimane di distanza dall’attentato sulla Promenade de Anglais le indagini fanno il loro corso e piazzano un altro importante risultato. Due persone sospette sono state fermate e interrogate dalla polizia.

Magistratura e gendarmerie vogliono capire se il tunisino Mohamed Lahouaiej Bouhlel abbia avuto qualche aiuto di tipo logistico per compiere l’attentato. Va ricordato che per la strage sono già state fermate altre cinque persone, 4 uomini e una donna. Secondo il procuratore Francois Molins, gli scambi tra loro e il terrorista, rimasto ucciso nell’attentato, provano che avevano anche loro un ruolo nella vicenda.

Tra l’altro l’attentato è stato rivendicato dallo Stato Islamico, che ha definito Bouhlel uno dei suoi “soldati”, ma le autorità francesi hanno detto che finora non hanno trovato alcuna prova che il 31enne tunisino sia un loro affiliato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.