Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Aree giochi, Biancheri: “L’Amministrazione ha iniziato far fronte al problema già l’anno scorso”

Il Sindaco: "Alcuni giochi, ormai vecchi, fatiscenti e ritenuti non più conformi agli standard di sicurezza, sono nel frattempo stati chiusi al pubblico a scopi cautelativi"

Più informazioni su

Sanremo. In riferimento alle problematiche legate ad alcune aree giochi, il Sindaco Alberto Biancheri specifica quanto segue: “Il problema delle aree giochi a Sanremo deriva dalla necessità di ammodernamento che si protrae ormai da moltissimi anni.

L’Amministrazione ha iniziato far fronte al problema già l’anno scorso: nonostante le difficoltà economiche e le tante urgenze sopraggiunte che non hanno consentito di stanziare i fondi necessari ad una completa ristrutturazione delle molte aree giochi presenti sul territorio, si è infatti iniziato ad intervenire già su alcune di esse, come quelle del Sud Est, Borgo, Foce e Bussana.

Alcuni giochi, ormai vecchi, fatiscenti e ritenuti non più conformi agli standard di sicurezza, sono nel frattempo stati chiusi al pubblico a scopi cautelativi.

Ben consci del disagio e dell’importanza sociale delle aree giochi in questione, e nonostante le difficoltà economiche menzionate, si sta procedendo su due tipi di intervento.

Il primo è immediato: come avevo già spiegato alla consigliera Basso, non appena fossimo riusciti a reperire le risorse necessarie per un primo intervento, saremmo intervenuti, e così sarà. Siamo infatti riusciti a trovare alcune risorse per alcuni lavori di manutenzione urgente dell’area giochi di Poggio e di alcune altre”.

“Questo consentirà un ripristino dell’area già nella prossima settimana, e lo confermerò di persona alle mamme della frazione che incontrerò prossimamente”, annuncia il Sindaco Biancheri, il quale poi spiega il progetto su un più lungo periodo: “A questi interventi dovrà seguire un piano più strutturato per tutte le aree giochi.

Dovranno essere ristrutturate e ammodernate, al fine di garantire nel tempo sicurezza, fruibilità e pulizia. Aree giochi in alluminio e non più in legno, al fine di evitare il pericolo delle schegge per i bambini, realizzati con materiale antivandalismo e ben recintati, in modo da precludere l’accesso notturno alle stesse”.

“Questo importante progetto – termina Biancheri – comporta però, come facilmente intuibile, costi non indifferenti. Il nostro impegno, tuttavia, è quello di riuscire quanto prima a trovare i fondi per riuscire a risolvere in via definitiva un annoso problema”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.