Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

A Mentone eventi estivi blindati per scongiurare la minaccia terroristica

Le misure adottate includono la creazione di barriere fisiche e l’intensificazione dei controlli delle forze dell’ordine

Mentone. Nel Municipio della prima cittadina oltre confine si è tenuta ieri una riunione volta a implementare la sicurezza intorno agli eventi estivi. Misure in difesa di eventuali attacchi terroristici che, facendo brutalmente eco a quanto accaduto lo scorso 14 luglio a Nizza, e non solo, potrebbero minare l’estate e la vita stessa di cittadini e turisti. Un servizio dunque di prevenzione che punta a ridurre al massimo il rischio di pericolosità dovuto alla crisi politica e religiosa attuale, e che mira a evitare falle nel sistema di sicurezza quali, appunto, sono state riscontrare in quella drammatica sera sulla Promenade des Anglais.

Durante l’incontro – a cui erano presenti, insieme al vice sindaco Jean Claude Guibal, il capitano Celine Maumy, comandante della gendarmerie di Mentone, il commissario della polizia nazionale Frédéric Le Pollozex e il tenente Thierry Boulanger, capo del prevenzione nel SDIS 06 – l’assessore ha confermato tutte le manifestazioni presenti nel calendario mentonasco. E non solo in quanto “non bisogna farsi sottrarre il quotidiano e il proprio stile di vita dalla minaccia terroristica”, ma soprattutto perché “Mentone è una città a preponderante vocazione turistica” e da ciò ne deriva un ricco indotto, tra cui “lo stipendio di molti cittadini”. In ogni caso, “dato il contesto, è necessario che le manifestazioni si svolgano in totale sicurezza e che il pubblico sia massimamente protetto”.

Le misure adottate, i cui dettagli non possono essere rilasciati per non ridurne l’efficacia, includono la creazione di barriere fisiche e l’intensificazione dei controlli delle forze dell’ordine (police nationale, gendarmerie, vigili del fuoco e militari), nonché il rafforzamento della police municipale mobilita su ogni evento.

I servizi di sicurezza saranno rafforzati sulle spiagge, a terra e in mare. Gli agenti di polizia controlleranno tutti gli ingressi e le uscite anche dei centri ricreativi. Certamente “è indispensabile che i fruitori collaborino ai controlli e accettino i vincoli previsti, come ad esempio non recarsi agli spettacoli con uno zaino”.

Quanto alla viabilità invece, il traffico sarà chiuso sulla Esplanade Francis-Palmero, tra le rotonde di Bastion e Trenca. In direzione del confine con l’Italia, saranno introdotte deviazioni su rue Trenca e la galleria Molinari. Dall’Italia, viceversa, il traffico sarà limitato lungo quai Bonaparte, Monleon e la galleria del centro città.

(Nella foto militari pattugliano il lungomare della cittadina mentonasca)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.