Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

A Diano Marina ambulanti abusivi come topi si nascondono nei “passaggi segreti” dei torrenti foto

Il sindaco Chiappori: "Giusta offensiva contro la concorrenza sleale"

Più informazioni su

Diano Marina. Dall’Aurelia dentro i canali di scolo del rio che scorre nei pressi del promontorio di Capo Berta Ecco dove si nascondevano gli ambulanti abusivi che per tutto il giorno girano in lungo e in largo sulle spiagge del Dianese. Lo hanno scoperto gli agenti della polizia municipale del vicecomandante Franco Mistretta.

Questa mattina hanno scoperto il “passaggio segreto” decisamente insolito e sequestrato seicento pezzi di merce contraffatta. Uno di questi è stato sorpreso praticamente in flagranza e per lui sono scattati i sequestri amministrativi. La task force messa in campo dalla polizia municipale da diversi giorni cercava di capire da dove arrivasse quel flusso di stranieri in spiaggia. Aveva controllato minuziosamente sia la stazione ferroviaria che le fermate dei pullman della Riviera Trasporti.

commercio abusivo diano marina

Alla fine è stato scoperto quel “passaggio segreto” nei pressi di Capo Berta: centinaia di metri percorsi tra le condotte dei canali di scolo per raggiungere il litorale e iniziare l’attività commerciale con prodotti contraffatti da piazzare tra i bagnanti che affollano le spiagge della cittadina rivierasca. Sei quelli identificati dopo essersi allontanati alla vista delle divise. E la stessa polizia municipale lancia un appello: “Attenzione ad acquistare merce dagli ambulanti perchè non solo è contraffatta, ma potrebbero insorgere anche problemi igienico sanitari visto che la mercanzia viene nascosta tra i canali di scolo e anche nei tombini della fognatura”.

Il sindaco Giacomo Chiappori lo aveva promesso già durante la campagna elettorale: “Effettueremo controlli mirati in tutta la città contro il commercio abusivo che rappresenta un fenomeno gravissimo di concorrenza sleale e contro chi delinque e i controlli sono stati già intensificati proprio dall’inizio dell’estate e continueranno per tutta la stagione. Chi non paga le tasse, chi è illegale verrà perseguito penalmente dalla polizia municipale e dalle altre forze dell’ordine con le quali abbiamo instaurato un buon rapporto di collaborazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.