Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Villette di Dolcedo, il giudice decide di “non procedere” per 14 imputati

Sospettati di aver trasformato abusivamente magazzini agricoli in case accoglienti

Dolcedo. “Non luogo a procedere” per intervenuta prescrizione e restituzione delle villette sequestrate. Lo ha deciso il giudice Massimiliano Raineri del tribunale di Imperia che ha prosciolto gli ultimi 14 imputati in udienza premilinare

Si chiude così il procedimento penale a carico di sessantuno imputati per la presunta lottizzazione abusiva nel paese dell’entroterra imperiese a carico di 14 indagati. Tra questi figuravano diversi stranieri sospettati di aver trasformato abusivamente magazzini agricoli in case accoglienti, spesso sforando volutamente le volumetrie (è l’ipotesi investigativa), costruite in terreni di pregio.

Per altre 113 persone che erano finite sotto inchiesta, il pubblico ministero Alessandro Bogliolo titolare dell’indagine aveva già proposto il non doversi procedere: sono state scagionate. Si trattava di proprietari che avevano dimostrato, sia all’atto dell’acquisto delle villette, sia all’atto delle ristrutturazioni, di essere in buona fede, vittime di speculatori.

Gli edifici erano stati costruiti in aree di notevole valore ambientale come Santa Brigida, Colle Lupi, Ripalta e Colombera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.