Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Sanremo, alleanza Comune-albergatori contro chi affitta case vacanza in nero

Il Comune matuziano corre ai ripari: prima riunione con la polizia municipale e ora con la guardia di finanza per fermare un fenomeno in crescita

Sanremo. Patto di ferro tra Comune e Federalberghi provinciale contro l’industria del “turismo fantasma” e la concorrenza sleale. Ente pubblico e albergatori hanno dichiarato guerra a chi affitta le case vacanze in nero. Il fenomeno, soprattutto in questo periodo dell’anno, è in preoccupante crescita anche in Riviera.

E per contrastare il turismo sommerso si è deciso di correre ai ripari soprattutto schierandosi contro quei proprietari di appartamenti che affittano appartamenti e alloggi senza regole e soprattutto eludendo il Fisco. Per gli albergatori si tratta di concorrenza sleale. E le loro richieste di far emergere il sommerso non sono cadute nel vuoto.

A raccoglierlo ci ha pensato l’assessore alle Attività produttive del Comune di Sanremo Barbara Biale. Così ha spiegato a “Riviera24.it”: “Ci siamo riuniti con il comandante della polizia municipale e presto e presto allargheremo il tavolo anche alla guardia di finanza. Come Comune – puntualizza la Biale – siamo partiti dando un avviso. Va bene affittare le case, ma pur sempre rispettando le regole. Conosco la problematica e l’impatto che ha sulla categoria alberghiera. Ritengo sia necessario non perdere tempo e passare all’azione: giusto avviare i controlli con un occhio di riguardo ai portali di riferimento su internet che propongono case in affitto, dove molto spesso si cela la concorrenza sleale”.

E un tavolo tecnico sarà predisposto anche da Federalberghi: “Faremo il punto della situazione tra dieci giorni – ha confermato il neo presidente provinciale Igor Varnero – alla presenza di tutti i colleghi. Il problema c’è ed è noto dalla notte dei tempi. Al momento i controlli vengono fatti da pochi Comuni, ma è giusto che contro il fenomeno degli affitti in nero si schierino tutte le amministrazioni comunali della provincia, soprattutto ed esclusivamente nel periodo estivo, non certo a novembre con la stagione quando ormai è cessata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.