Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Migranti, l’opinione della Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore

"Le nostre perplessità sull'allestimento del centro di accoglienza per migranti economici e "presunti "profughi al parco Roya sono state recepite dal M5S "

Ventimiglia. La Segreteria Regionale di Alternativa Tricolore comunica: “Le nostre perplessità sull’allestimento del centro di accoglienza per migranti economici e “presunti “profughi al parco Roya sono state recepite dal M5S che in un comunicato ha posto i nostri stessi quesiti: la scelta del sito, le motivazioni del perché di un centro di accoglienza nella città di confine, i problemi di ordine pubblico e di igiene ambientale, i costi, e chi si renderà responsabile della logistica.

Tutte domande alle quali il Sindaco di Ventimiglia dovrà dare delle risposte politiche per trasparenza di gestione.Considerato che il problema migranti ha radici lontane dallo scorso anno quando la Prefettura e il Primo Cittadino hanno scelto i locali della stazione ferroviaria e la piazza antistante abbiamo dovuto in seguito constatare come la zona di confine italo-francese, nonostante tutto, sia diventata un bivacco per altri migranti che attendevano di poter trasferirsi in Francia, tutto ciò è risultato quindi inutile con danni al turismo e al commercio, tensioni e intolleranza tra gli extracomunitari e i residenti.

La causa? Una politica nazionale che definiamo fallimentare in tema di immigrazione che noi da sempre abbiamo criticato e in alcuni casi condannato” senza se e senza ma” reputandola discriminatoria nei confronti dei cittadini italiani Il M5S in Parlamento è in ‘opposizzione al governo Renzi a Ventimiglia nei confronti della giunta cittadina per cui ci attendiamo una politica sull’immigrazione chiara, ben definita senza “colpi di coda”strumentali” o per fini elettoralistici che parli lo stesso verbo a livello locale e nazionale.

Conoscendo Beppe Grillo la cosa potrebbe risultare difficile, ma ci speriamo, per le dichiarazioni sulla Comunità Europea in occasione del Referendum in Inghilterra e specialmente per aver concesso un voto favorevole all’abolizione del reato di clandestinità pilastro fondamentale della legge Bossi-Fini.” 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.