Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Maxi Operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale nel weekend

I controlli ed i servizi di prevenzione e repressione svolti dai Carabinieri del Comando Provinciale di Imperia proseguiranno per tutta l’estate

Più informazioni su

Imperia. E’ stato un weekend “caldo” quello appena trascorso dai Carabinieri del Comando Provinciale di Imperia, che hanno svolto su tutto il territorio della Provincia massicci servizi di prevenzione e repressione dei reati, schierando un imponente numero di militari e pattuglie sparse dal confine con la Francia fino a Diano Marina e dal mare fino a tutto l’entroterra.

Un fine settimana di incessanti servizi, in cui sono state messe in campo gran parte delle forze in possesso, con l’impiego di militari di tutti i reparti dell’Arma presenti sul territorio provinciale, dalle quattro Compagnie di Imperia, Sanremo, Bordighera e Ventimiglia alle venti Stazioni Carabinieri presenti in modo capillare tra l’entroterra e la fascia costiera.

Il Maxi pattuglione si è svolto nell’ambito di un servizio coordinato disposto dal Comando Legione CC Liguria e mirato a prevenire e reprimere i reati in genere e, in particolare, a prevenire le stragi del sabato sera e a contrastare tutti quei reati legati al consumo di droghe e all’abuso di sostanze alcoliche.

Infatti, le maggiori attenzioni sono state rivolte ai locali frequentati dai giovani e, in generale, a tutti i luoghi di aggregazione giovanile, soprattutto in questo periodo di inizio estate in cui va via via aumentando il numero di turisti in arrivo per trascorrere le vacanze nella riviera dei fiori.

E’ così che sono state effettuate raffiche di controlli sia su strada, con l’esecuzione di specifici e diffusi posti di controllo, sia nelle zone della movida.

Il bilancio dei militari del Comando Provinciale di Imperia è di 8 persone denunciate, di cui 5 stranieri, altre 3 segnalate per uso di sostanze stupefacenti, 368 identificate, di cui 71 stranieri, 321 veicoli controllati. L’imponente dispiegamento di militari e mezzi nella provincia è stato coordinato personalmente dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Luciano Zarbano.

Nel corso della maxi operazione sono state impiegate 29 pattuglie e 59 militari, che hanno controllato 11 locali pubblici ed effettuato complessivamente ben 59 posti di controllo.

Un giro di vite è stato dato soprattutto al contrasto dell’abuso di sostanze alcoliche ed alla repressione del mercato della droga, cercando di garantire la massima sicurezza alla cittadinanza e a tutti i turisti presenti in provincia.

I FATTI:

Il maxi pattuglione ha visto i Carabinieri della Compagnia di confine denunciare 8 persone, di cui 5 stranieri.

In particolare, il Nucleo Radiomobile di Ventimiglia ha fermato un algerino quarantenne alla guida di uno scooter risultato rubato il mese scorso ad Imperia.

Il giovane proprietario imperiese ha fatto i salti di gioia quando ha ricevuto la telefonata dei Carabinieri che gli comunicavano di aver ritrovato il suo Malaguti. Il ragazzo, ben felice di riprendersi il proprio mezzo, aveva ormai perso le speranze ed ha ringraziato i militari con un forte plauso. L’algerino dovrà, invece, fare i conti con la Giustizia che lo processerà per ricettazione.

Ben due gli automobilisti fermati alla guida del proprio veicolo dopo aver abusato di sostanze alcoliche. Due italiani, uno giovanissimo, 21enne, e l’altro 43enne, entrambi di Ventimiglia. Patente ritirata e mezzi sequestrati, una Smart guidata dal ragazzo ed un ciclomotore condotto dal 43enne. A procedere sempre i militari del Nucleo Radiomobile della città di confine, che hanno effettuato decine e decine di controlli con l’etilometro in dotazione.

Sempre a Ventimiglia, i Carabinieri hanno poi denunciato un altro algerino 33enne che, perquisito per l’atteggiamento sospetto, veniva trovato in possesso di una bomboletta a spray urticante di genere vietato, sottoposta a sequestro.

Due giovani tunisini, fermati ancora nella città di confine, sono invece stati denunciati perché inottemperanti ad un Ordine del Questore di Reggio Emilia, che ne aveva disposto l’allontanamento dal territorio nazionale.

Due le persone denunciate per furto, sempre a Ventimiglia: un giovane ucraino 23enne pizzicato subito dopo aver rubato all’Oviesse 200 euro in capi di abbigliamento, recuperati e restituiti ai grandi magazzini, ed un italiano 33enne beccato mentre scassinava un distributore automatico di bevande posto all’interno di un’area di servizio di Corso Genova.

Ancora i militari della Compagnia di Ventimiglia hanno poi segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti un cittadino romeno 33enne, trovato in possesso di un grammo di MARIJUANA.

I Carabinieri della Compagnia di Sanremo, durante lo svolgimento di imponenti servizi di controllo nei luoghi della movida matuziana, hanno poi segnalato all’Autorità amministrativa, quali assuntori di sostanze stupefacenti, un quarantenne italiano trovato in possesso di una dose di COCAINA, ed un 32enne egiziano che, invece, deteneva circa un grammo di HASHISH.

I controlli ed i servizi di prevenzione e repressione svolti dai Carabinieri del Comando Provinciale di Imperia proseguiranno per tutta l’estate, con ulteriori imponenti servizi che l’Arma svolgerà in provincia nei prossimi giorni, per garantire sicurezza a tutti gli abitanti ed ai numerosi turisti, sia italiani che stranieri, che affolleranno la riviera in queste settimane.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.