Riviera24.it - Notizie Imperia e Provincia

Lavoro, Piana (Lega Nord): “Immigrazione selvaggia genera guerra tra poveri”

Piana: "Si intervenga alla fonte"

Liguria. Alessandro Piana, capogruppo della Lega Nord in Regione Liguria, critica la proposta dei sindacati confederali sul prolungamento di due anni del permesso di soggiorno per immigrati che abbiano perso il lavoro e la sanatoria per chi lo ha già perso. “Il rischio è legalizzare la dilagante clandestinità. Tuteliamo i nostri disoccupati ed esodati: aboliamo la legge Fornero”.

«Se la disoccupazione morde, nonostante gli annunci e le promesse di Renzi, non è solo per colpa della crisi, ma anche dell’ondata di manodopera non specializzata e sottopagata che è stata immessa in un mercato del lavoro già avaro di opportunità.

Con l’apertura del nostro Paese all’immigrazione selvaggia oggi ci ritroviamo davanti al rischio reale che si scateni una guerra tra poveri dove gli ultimi arrivati, illegalmente e clandestinamente, sono disposti a lavorare a condizioni da mercato degli schiavi e scalzino anche quegli immigrati che avevano un permesso di soggiorno con contratto di lavoro regolare.

Non è di certo concedendo un prolungamento di due anni al permesso di soggiorno scaduto o facendo sanatorie, come propongono i sindacati confederali, che si darà una giustizia sociale a quegli immigrati che hanno perso il proprio lavoro perché sostituiti da irregolari appena sbarcati.

Se i sindacati avessero davvero a cuore il futuro dei lavoratori dovrebbero essere i primi a opporsi a questa invasione continua di irregolari che hanno un destino segnato e già scritto di lavoratori in nero» – così interviene Alessandro Piana.

«Fuori dal paese dei balocchi che Renzi ci dipinge – dice Piana – la disoccupazione nel nostro Paese morde ancora e sempre più italiani, per arrivare a fine mese, decidono di fare lavori che fino a qualche anno fa andavano per la maggiore tra gli immigrati: basti pensare che tra le colf e i badanti, nonostante il numero complessivo sia diminuito negli ultimi due anni del 2%, c’è stato un aumento del 4% di italiani e italiane.

I sindacati si impegnino a tutelare i diritti dei lavoratori regolari, chiedano l’abolizione della folle legge Fornero che ha creato solo disoccupazione e generato il triste fenomeno degli esodati, si oppongano a ogni forma di legalizzazione della clandestinità che non aiuta di certo il mercato del lavoro a ripartire, se mai contribuisce ad ucciderlo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.