Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

E’ Pasqua: Cristo Signore è risorto! La Vita vince la morte; la Luce sconfigge le tenebre

L’ideale per l’uomo è raggiungere il fine della propria esistenza dando senso alla vita con scelte, comportamenti, atteggiamenti di autentica umanità.

E’ Pasqua: Cristo Signore è risorto!
La Vita vince la morte; la Luce sconfigge le tenebre; la Grazia trionfa sul peccato.
Per il nostro mondo, sempre più tribolato e disperato, un annuncio di speranza, un fascio di luce, un colpo d’ala che solleva dalle mille e più preoccupazioni della vita quotidiana.
Contemplare il Cristo glorioso, che ha attraversato vittoriosamente le forche caudine della sofferenza e della morte, è momento intenso di speranza e di sicura fiducia.
Per il credente non è  estraniarsi dalla realtà per rifugiarsi in un sonno ipnotico e utopistico, consolatorio e ingannevole; al contrario è risorsa e intensificata forza per guardare con occhi ben aperti alla situazione storica attuale ed impegnarsi nella dura lotta per migliorarla, con determinazione e coraggio.
A fondamento, infatti, di ogni grande impresa umana c’è sempre un ideale forte e chiaro, come viene testimoniato dalla storia di tutti i tempi.
E l’ideale è concreto quando tende ad un fine ben preciso, al cui raggiungimento si apprestano i mezzi necessari, prima di tutto una volontà decisa e a tutta prova contro ogni ostacolo ed ogni scoraggiamento.
L’ideale per l’uomo è raggiungere il fine della propria esistenza dando senso alla vita con scelte, comportamenti, atteggiamenti di autentica umanità.
La contemplazione e la celebrazione del mistero della Pasqua di Gesù sono un valido aiuto per rendere l’uomo pienamente uomo.
Ne abbiamo puntuale conferma nel fatto che le persone che hanno tracciato un solco profondo nel mondo con opere concrete di pace, di giustizia, di solidarietà, di attenzione, di accoglienza nei confronti di tutti, in particolare di emarginati,  poveri, indifesi,  dimenticati, sono i Santi, cioè coloro che hanno posto la loro speranza nel Signore. Si sono aperti al suo Vangelo e alla sua grazia trovando la forza di conformarsi a Lui, che si è sacrificato per ogni uomo: questa la strada maestra da percorrere.
Coraggio e Buona Pasqua

in allegato il file audio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.